A breve l’inaugurazione del Planetario cosentino. Un valore aggiunto per la città

Sarà inaugurato Sabato 6 Aprile alle ore 19:30 ed intitolato all’astronomo cosentino Giovan Battista Amico il Planetario di Cosenza, mentre la piazza antistante ricorderà il nome dell’astrofisico Stephen Hawking, scomparso di recente.

L’annuncio è stato dato dal Sindaco Mario Occhiuto: «Sabato, all’imbrunire, consegneremo alla città un’altra importante opera pubblica. Tutti i cosentini e i calabresi sono invitati a partecipare alla festa pubblica di inaugurazione e non ci saranno biglietti d’invito personali».

Sorto in località Gergeri con i suoi 114 posti a sedere e uno schermo del diametro di 15 metri, il Planetario di Cosenza sarà il secondo più grande d’Italia dopo quello di Milano. Un valore aggiunto per l’intera città. Un firmamento simulato attraverso le più innovative tecnologie, che “accenderà” sulle teste dei visitatori una sequenza di costellazioni, nebulose e galassie da lasciare senza fiato.

L’inedito viaggio attorno alla Terra è reso possibile grazie ad una sapiente combinazione di immagini ad altissima definizione, a tutta cupola, accompagnate da un suono stereofonico, come solo pochi Planetari al mondo sono capaci di proporre.

La nascita del Planetario cosentino rientra, comunque, fra i grandi progetti di rigenerazione e nuova godibilità degli spazi urbani avviati negli ultimi anni, secondo una visione che desidera restituire ai cittadini luoghi belli da vivere.

«Esso, inoltre, ci permetterà di svolgere nuove e straordinarie esperienze nel campo della didattica e della comunicazione astronomica» afferma l’Assessore alla Riqualificazione Urbana del Comune di Cosenza Francesco Caruso.

Per di più, all’interno della Struttura sarà presente il Parco delle Scienze, luogo ospitante la Sala Multimediale per poter sperimentare attività interattive che andranno di fatto a completare un’opera molto importante anche da un punto di vista architettonico.

«In Municipio – conclude  il Sindaco – un gruppo di lavoro sta lavorando intensamente al programma dei prossimi mesi in cui sarà possibile assistere a conferenze scientifiche e, successivamente, a straordinari spettacoli per i ragazzi delle Scuole. Ha seguito con passione e amore tutti i lavori organizzatori e preparatori e sarà con noi la nostra grande astrofisica Sandra Savaglio, una vera forza della natura».