All’Unione Europea altre 300 milioni di dosi Pfizer per coprire l’80% della popolazione

Le parole della Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen, annunciando di persona il raddoppio delle dosi del vaccino prodotto da Pfizer-BioNTech

«Al momento abbiamo accesso a 300 milioni di dosi del vaccino Pfizer. La buona notizia è che ora abbiamo concordato di estendere il contratto con l’Azienda e potremmo acquistare fino a 300 milioni di dosi aggiuntive», ha dichiarato dopo alcuni giorni di polemiche sugli ordinativi portati avanti da Bruxelles e sulla notizia che la Germania, in modo autonomo, si era aggiudicata altre 30 milioni di dosi in più.

L’Italia, oltretutto, dovrebbe avere accesso ad almeno il 13,5% del nuovo pacchetto, quindi 40,5 milioni di dosi, a meno che non voglia esercitare, entro la fine del 2021, questa opzione. Per cui, se gli accordi dovessero essere confermati dal Governo Conte, la dotazione complessiva di vaccino Pfizer-BioNTech ammonterebbe ad 81 milioni di dosi.

Per quanto riguarda i Paesi europei, invece, la fornitura si attesta a 200 milioni di dosi e saranno distribuite entro il mese di Settembre. Von der Leyen, inoltre, ha difeso la strategia della Commissione, che ha permesso a tutti i Paesi UE, indipendentemente dalla loro forza economica e contrattuale, di accedere contestualmente ai vaccini alle medesime condizioni, in modo da partire insieme con l’attesa campagna di immunizzazione.