Amsterdam nel gelo di Burian

Le temperature polari di questi giorni hanno, infatti,  trasformato i tanti canali della città in luoghi ideali per il pattinaggio

E’ una delle più belle capitali europee, con le sue case pendenti ed i tanti canali che l’attraversano, quasi a ricordare la romantica Venezia. Amsterdam è una città frenetica, che nelle ore di punta offre il suo aspetto più moderno e meno godereccio a coloro che la visitano. E’ la sera che, invece, la città olandese svela ai tanti turisti la sua ‘anima’ ribelle e il suo spirito trasgressivo.

Il gelo di questa settimana, purtroppo, che sta attraversando tutta l’Europa, da Nord a Sud, ha fatto per un attimo dimenticare la bellezza dei tulipani, rendendo il Vondelpark un luogo incredibilmente freddo, sino a rendere necessaria l’entrata in vigore del cosiddetto IJSnota, il ‘protocollo sul ghiaccio‘che consente agli appassionati di pattinare in tutta sicurezza, dimenticando, almeno per un weekend, gli effetti della pandemia.

Negli anni scorsi era una vera e propria abitudine pattinare sui canali ghiacciati e gli abitanti del posto lo consideravano non solo un piacevole divertimento, ma anche una ‘comoda‘ soluzione per sportarsi da una parte all’altra della città. Oggi, a causa dei cambiamenti climatici e per ovvie ragioni di sicurezza, questa pratica è sicuramente meno sfruttata, ma c’è sempre, comunque, qualche avventuroso che alla prima ghiacciata salta sui canali e inizia a pattinare.

*L’immagine in evidenza si riferisce alla gelata del 2018