Anche a Cosenza una panchina gialla per Giulio Regeni

Sarà collocata, sull’esempio di quanto accaduto in altre città italiane, una panchina gialla intitolata al giovane ricercatore italiano Giulio Regeni torturato e barbaramente ucciso in Egitto

La breve cerimonia è in programma, per iniziativa di Banca Mediolanum che l’ha promossa, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Cosenza, nel tardo pomeriggio di Lunedì 10 Maggio, alle ore 17:00, in corso Mazzini, all’altezza della salita Pagliaro.  E così a cinque anni di distanza dalla morte di Giulio Regeni, dottorando presso l’Università di Cambridge, avvenuta fra i mesi di Gennaio e Febbraio 2016, mentre ancora non è stata fatta luce sulla sua tragica vicenda e la verità è ben lungi dall’essere accertata, l’Istituto di Credito cosentino intende ricordarlo.

Sarà fatta donazione alla città di una panchina gialla perché giallo è il colore di Giulio, persona solare e splendente. La panchina ad egli intitolata verrà, infatti, collocata nei pressi della centralissima Corso Mazzini accanto a quella, di colore rosso, già intitolata alla giornalista Maria Rosaria Sessa.

Quest’ultima venne posizionata nel 2017 per ricordare, insieme a lei, tutte le donne vittime di femminicidio. Alla cerimonia parteciperanno il Network Regional Manager di Banca Mediolanum Ugo Lombardi, Responsabile Commerciale di Puglia, Matera e Calabria, nonché il Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. Nel corso della cerimonia sarà data lettura di una lettera che sarà inviata, per l’occasione, dai genitori di Giulio.