Anche il Parco Archeologico di Pompei per gli ingressi si è adeguato alle certificazioni verdi

Da Venerdì 6 Agosto i visitatori accedono agli scavi solo previa esibizione del Green-pass o del tampone antigenico con esito negativo in ottemperanza alle disposizioni di legge attualmente in vigore

il Parco Archeologico, inoltre, in collaborazione con la Regione Campania ha già attivato una postazione presso l’ingresso di Piazza Anfiteatro, nei consueti orari d’ingresso al sito, per la somministrazione di tamponi antigenici rapidi con rilascio di relativa certificazione. Il servizio, che per ora si svolge in maniera sperimentale, è gratuito per tutti i visitatori.

Inoltre, da Giovedì 12 Agosto, apre al pubblico il Termopolio della Regio V, l’antica tavola calda di Pompei, portata in luce durante gli ultimi scavi in un’area della città antica mai prima indagata, con visite straordinarie al cantiere della casa di Orione e della casa del Giardino dove, appunto, si potrà ammirare il mosaico di Orione.

La casa, infatti, prende nome proprio dal mosaico pavimentale presente in un ambiente della domus, e raffigurante una tra le più raffinate ed inedite iconografie rinvenute a Pompei, quella del mito di Orione. La scena rappresenta il catasterismo dell’eroe, ovvero la sua trasformazione in costellazione, ed è probabilmente connessa a quella di un secondo mosaico presente nella casa. Entrambi i mosaici, comunque, denotano un notevole livello culturale e probabili rapporti del proprietario con il mondo mediterraneo orientale, da cui gli stessi potrebbero provenire.