Astrazeneca sospeso. Cosa succederà con la seconda dose?

In via del tutto precauzionale il vaccino è stato temporaneamente sospeso in tutta Italia, a seguito di alcuni decessi avvenuti dopo l’inoculazione della prima dose. A deciderlo l’Agenzia italiana del farmaco in attesa dei pronunciamenti dell’EMA

Intanto, sono in corso altri approfondimenti. L’Aifa, infatti, ha reso noto che la stessa Agenzia «in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione». Quali saranno adesso le conseguenze dello stop al siero anglo-svedese sulla campagna vaccinale e che ne sarà degli appuntamenti già fissati?

«Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su Astrazeneca sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di EMA. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l’Agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione», ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Oltretutto, la sospensione riguarda anche Francia e Germania per cui Gianni Rezza, Direttore della Prevenzione del Ministro della Salute ha ribadito: «Confidiamo che chi ha ricevuto la prima dose riceverà la seconda nei tempi previsti». A fornire ulteriori rassicurazioni ci ha pensato il Direttore generale dell’Aifa Nicola Magrini, che ha aggiunto: «Chi ha già fatto il vaccino può e deve restare sicuro. Io mi sento di dire il vaccino è sicuro, anche avendo rivisto tutti i dati».

*L’immagine in evidenza è a cura dell’Agenzia di Stampa Dire