Avviato il percorso per la costituzione del Distretto del Cibo nella Riviera dei Cedri

È stato avviato dal Gal Riviera dei Cedri e da Acli Terra Calabria il percorso per la costituzione del Distretto del Cibo Riviera dei Cedri. I due Enti promotori hanno incontrato diverse Aziende, Università, Amministrazioni pubbliche, Consorzi, Associazioni di categoria, Organizzazioni sindacali e di produttori. A breve verranno organizzati degli incontri aperti a tutti gli interessati, dove si illustrerà il progetto e si renderanno pubbliche le procedure di adesione al costituente partenariato. Sui siti istituzionali del Gal www.galcedri.it e di Acli Terra www.aclitracalabria.it sarà disponibile un’area dedicata al distretto del Cibo, dove sarà possibile scaricare la manifestazione di interesse e le procedure di adesione. Il modello dei Distretti del cibo è finalizzato a ridare slancio alle esperienze dei distretti rurali già presenti sul territorio nazionale, così come a incentivare la nascita di nuove realtà attraverso la possibilità di accedere a finanziamenti dedicati.

«I distretti del cibo – ha affermato il direttore del GAL Domenico Amorosocostituiscono un nuovo modello di sviluppo per l’agroalimentare italiano. Essi nascono per fornire ulteriori opportunità e risorse per la crescita ed il rilancio, sia delle filiere, che dei territori nel loro complesso. Si tratta di uno strumento strategico mirato a favorire lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorendo l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale». Mentre per il Presidente del Gal Ugo Vetere «bisogna superare le individualità, dando valore alle identità, al fine di creare una forza contrattuale capace di indirizzare le politiche di sviluppo rurale del territorio. Ed in tale ottica i Distretti del Cibo saranno una opportunità di vetrina delle nostre produzioni, dei nostri territori e di strumento di promozione dell’intero comprensorio della Riviera dei Cedri».