Avviato nelle Scuole di Rende un progetto per prevenire il cyberbullismo

L’uso consapevole della rete e in particolar modo dei social network, al centro del progetto che l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Rende di concerto con Angela Costabile, docente Unical ed esperta di bullismo e cyberbullismo nonché l’Ispettore Fabio Ferraro, Responsabile della Polizia Postale di Cosenza, condurrà nelle Scuole Secondarie di Primo grado della città.

Si è tenuta, infatti, nella Sede municipale la prima riunione operativa in vista dell’incontro che si svolgerà il prossimo 27 Novembre all’Istituto d’Istruzione Superiore Cosentino nel quale saranno illustrate le linee guida del progetto che prevede nella sua prima fase il coinvolgimento di insegnanti e genitori.

«Coadiuvati anche dal supporto della Polizia Postale – ha affermato l’Assessora Marinella Castiglione riteniamo sia necessario avviarsi verso la costruzione di una rete su questi temi che coinvolga le istituzioni scolastiche in modo da costruire insieme un percorso attraverso cui individuare strategie e prassi di lavoro».

«Coinvolgere genitori ed insegnanti – ha dichiarato la Costabile – è fondamentale per la promozione del benessere psicofisico: è così che si può abbassare la soglia di disagio nei giovani e avviare un iter educativo che coinvolga insieme gli attori sociali». Presenti all’incontro alcune insegnanti degli Istituti Comprensivi rendesi coinvolti nel progetto.