2 settimane

Visite a tema per rievocare l’amore per il Parco Mediceo attraverso le parole di grandi letterate

Il Giardino di Boboli, nel cuore di Firenze, visto attraverso gli occhi e i testi delle scrittrici straniere che lo hanno visitato. Questo il tema della seconda edizione di Giardino Letterario, serie di visite guidate gratuite per scoprire il Parco Mediceo seguendo le parole di uomini e donne di lettere che, nel corso dei secoli, hanno avuto modo di conoscerne tesori, segreti e meraviglie, restandone abbagliati e raccontandoli nelle loro opere.
Quest’anno sarà, dunque, possibile percorrerlo avendo come guida le annotazioni della musicista e diarista di viaggi Augusta Dalkeith Holmes. Nell’estate del 1838 lei e suo marito, infatti, partirono da Liverpool con l’intenzione di raggiungere Firenze a cavallo e l’avventura equestre, raccontata con dovizia di particolari negli appunti di viaggio della Holmes durò 8 mesi, durante i quali come tappe intermedie furono raggiunte alcune località francesi e diverse città italiane, sino ad arrivare nel capoluogo toscano e a Boboli.
Ma si potrà anche passeggiare in giardino ispirati ed accompagnati dalle liriche della poetessa Kathleen Raine, dai racconti di Zadie Smith, dalle storie ‘nere’ di Magdalene Nabb autrice di thriller ambientati proprio a Firenze, che per il suo romanzo Morte a Palazzo inventò il personaggio dell’investigatore Guarnaccia, maresciallo alla Stazione dei Carabinieri di Boboli.
Come nella prima edizione dello scorso anno, ci saranno comunque le consuete visite alla scoperta dei testi degli scrittori stregati dalla bellezza del Giardino, quali Hermann Hesse, Fedor Dostoevskij, Albert Camus e persino il Marchese De Sade. I tour iniziati il 5 Maggio, termineranno alla fine di Giugno. Saranno ogni Martedì (in italiano) e Giovedì (in inglese), a partire dalle 10:00. Per partecipare agli appuntamenti di Giardino Letterario occorre, in ogni caso, prenotarsi.