Con il ritorno in ‘zona gialla’ riprendono le attività ed i servizi culturali fruibili al pubblico

Da ieri riaperti i Musei e i Parchi Archeologici del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo nelle regioni classificate zona gialla’

Sulla base dell’Ordinanza firmata dal Ministero della Salute, riaperti quindi dal 1 Febbraio i luoghi della cultura in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche, Abruzzo, Lazio e Calabria, che si aggiungono così a quelli di Toscana, Campania, Basilicata e Molise che già avevano riaperto al pubblico dal 18 Gennaio scorso.

In tutte queste regioni i Musei saranno pertanto aperti dal Lunedì al Venerdì nei soli giorni feriali con orari e modalità verificabili sui siti internet dei singoli Istituti culturali, mentre rimangono ancora chiusi al pubblico in Puglia, Umbria e Sardegna.

A Cosenza, la riapertura del Museo dei Brettii e degli Enotri è stata salutata con soddisfazione dalla Direttrice Marilena Cerzoso che ha sottolineato come «la cultura ha bisogno del sostegno della cittadinanza. Per avere partita vinta sulla pandemia, mantenendo una condotta responsabile, è importante, anche per riacquisire fiducia nel futuro, sostenere la cultura. E la ripartenza dai Musei può essere un primo, significativo passo verso il ritorno alla normalità».