Con una bella e convincente prestazione il Cosenza liquida il Cittadella

A conclusione della sessione invernale del calciomercato il Campionato di Serie B riprende la sua corsa verso la parte più impegnativa della stagione. Da Febbraio ad Aprile, infatti, saranno scritti i verdetti definitivi di questa annata rocambolesca. A proposito, la prossima volta si tornerà a 20 squadre perché è così che giustamente ha deciso la Lega e si spera che il Cosenza possa confermare la permanenza nella cadetteria.

Il DS Trinchera ancora una volta ha visto lungo, tant’è che Sciaudone (CS), anche contro il Cittadella, ha messo la firma sul risultato finale. I rossoblù visti questo pomeriggio al San Vito – Marulla hanno comunque giocato su ritmi decisamente diversi, mettendo spesso in difficoltà la difesa dei veneti. Sia Tutino che il nuovo arrivato Embalo nella prima parte di gara hanno gettato alle ortiche due buone occasioni da ottima posizione.

Tutino (CS) si è ripetuto al 51′ e addirittura al 73′ ha sprecato l’inimmaginabile quando solo, davanti a Paleari (CI), ha fatto la cosa più difficile che c’era da fare: sbagliare! E così è sfumata la possibilità per i LUPI di mettere il terzo sigillo all’incontro.

Ma la solidità del Cosenza, in ogni caso, è figlia soprattutto di una difesa che da cinque giornate non subisce goal, non solo dei nuovi innesti apportati dalla società nell’ultima finestra di mercato.

Dopo un primo tempo in cui i calabresi hanno affrontato gli avversari in modo pressante e con efficaci trame di gioco, nella ripresa una maggiore precisione sotto porta ha permesso ai bruzi di portarsi meritatamente in vantaggio.

Splendida la rete di Sciaudone (CS) al 48’ che ha chiuso con un colpo sotto una triangolazione di alta scuola calcistica, compreso il cucchiaio con il quale ha battuto Paleari (CI) in uscita. Un’azione spettacolare a cui il popolo rossoblù, negli ultimi tempi, non è francamente abituato.

Il raddoppio è arrivato al 65’ da una ripartenza fulminante chiusa da un Tutino (CS) questa volta preciso, su assist del sempre intraprendente Baez (CS). Il Cosenza sale ora a 24 punti e comincia a distanziare le squadre più impelagate nella zona bassa della classifica. E’ questo, naturalmente, il passo da mantenere da qui sino alla fine per evitare di restare invischiati nella lotta retrocessione.

Ecco quanto dichiarato da Mister Braglia nell’immediato post partita: «I ragazzi hanno fatto la partita che avevamo preparato, sono stati bravi, si sono sacrificati tanto, specialmente Baez, Embalo e Tutino. Forse anche per questo hanno peccato di lucidità in qualche frangente, comunque miglioreremo anche in questo.

Non credo che il Cittadella abbia demeritato poi così tanto, è una delle migliori squadre della B. Siamo contenti per il pubblico, anche se mi aspettavo più persone sugli spalti, abbiamo tremendamente bisogno del loro appoggio. La differenza non l’hanno fatta i singoli, ma la squadra. Una squadra organizzata, che si è divertita a giocare a calcio, hanno dimostrato di essere un gruppo forte, che si vuole salvare lottando.

Io devo ringraziare i ragazzi che mi sopportano, anche i nuovi si stanno amalgamando alla grande. Ribadisco che non ci sono titolari, qui giocheranno tutti, l’importante è che le prestazioni siano sempre all’altezza della situazione. Palmiero in quel ruolo lì canta e porta la croce, non lo scopriamo mica adesso, quando è in palla la squadra gioca meglio. Bisogna fare i complimenti a tutti, all’intera rosa, perché chi non gioca non si lamenta e dà una mano a chi scende in campo».

IL TABELLINO DEL MATCH:

COSENZA (4-3-3): Perina; Corsi, Idda, Dermaku, Legittimo; Bruccini, Palmiero, Sciaudone (86′ D’Orazio); Baez, Tutino (76′ Maniero), Embalo (84′ Mungo). A disp.: Saracco, Capela, Schetino, Hristov, Bittante. All. Braglia

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Cancellotti, Adorni, Camigliano, Benedetti; Settembrini, Pasa, Branca (72′ Proia); Schenetti (74′ Diaw); Finotto, Moncini (59′ Panico). A disp.: Maniero, Iori, Parodi, Siega, Frare, Maniero, Bussaglia. All. Venturato

ARBITRO: Signor Minelli di Varese (Schirru – Borzomì)

MARCATORI: 48′ Sciaudone (CS), 65′ Tutino (CS)

NOTE: Cielo grigio ma giornata tiepida, con temperatura di 18°C. Presenti 5632 spettatori, di cui 10 ospiti (4017 paganti + 1538 abbonati)

AMMONITI: Camigliano (CI), Branca (CI), Corsi (CS)

ANGOLI: 8-2 (pt 3-1)

RECUPERO: 2′ pt; 4′ st