Cosenza sostiene la Campagna Europea ‘Nessun profitto sulla pandemia’

Mercoledì 7 Aprile dalle ore 18:00 alle 19:30, l’evento su facebookO il brevetto o la vita -, il click-day per liberare i brevetti dai superpoteri di BigPharma

Anche Cosenza, su iniziativa del Coordinamento provinciale per la Democrazia Costituzionale, e grazie alla partecipazione di un nutrito gruppo di Associazioni e Movimenti di volontariato e sindacali già impegnati per la difesa dei diritti costituzionali, aderisce e sostiene la Campagna Europea ‘No profit on pandemic’.

Un’importante iniziativa collettiva ed internazionale promossa anche in Italia da un gruppo di personalità di prestigio, a cui aderiscono ad oggi 92 Organizzazioni, volta a riaffermare il diritto universale alle cure e ai vaccini per combattere il Covid-19. L’obiettivo è quello di raccogliere 1 milione di firme utilizzando lo strumento dell’ICE – Iniziativa Cittadini Europei, per obbligare l’UE a modificare gli attuali accordi commerciali con una sospensione, almeno temporanea, dei brevetti sui vaccini.

Sospensione richiesta da India e Sudafrica, con il sostegno di un centinaio di Paesi, alla riunione del WTO dello scorso 11 Marzo, ma finora contrastata da Usa-Ue-Uk-Giappone-Brasile-Canada-Svizzera-Australia e Singapore: una pesante e pericolosa battuta d’arresto per il diritto alla salute della comunità mondiale, che deve essere contrastata in ogni modo.

In questo contesto, per il 7 Aprile, Giornata Mondiale della Salute, il Comitato Italiano della Campagna Europea Diritto alla cura Nessun profitto sulla pandemia propone  un click-day per liberare i brevetti dei vaccini dai superpoteri delle Aziende farmaceutiche, attraverso l’iniziativa facebook. Ad accettare la sfida ci saranno, inoltre, artisti e personalità dello spettacolo e della cultura italiana fra cui Moni Ovadia, Marco Rovelli, David Riondino, Paolo Rossi e Claudio Bisio.