Da oggi Mercoledì 3 Giugno riaprono finalmente i confini regionali. Si torna, quindi, a circolare liberamente, senza più bisogno dell’insopportabile autocertificazione. Anche dalla Lombardia, per mesi al centro della terribile pandemia, si potranno raggiungere le località turistiche e balneari o più semplicemente amici e famiglie di origine. Per chi si sposterà in auto avrà l’obbligo, se nella stessa vettura, di far viaggiare solo gli appartenenti al nucleo familiare. Qualora non si trattasse di congiunti, ecco scattare delle limitazioni, ossia massimo due persone (3 in caso di auto con 3 file di posti), con il passeggero seduto sui sedili posteriori. Autista e passeggero dovranno comunque portare la mascherina, mentre sulla moto il passeggero può essere solo un convivente, non essendo possibile il mantenimento della distanza.

Alcune regioni, però, soprattutto del Sud e delle Isole, hanno chiesto ed ottenuto dal Governo di poter ricorrere a delle forme di controllo e prevenzione sanitaria, anche se non potranno essere imposti i test sierologici, effettuabili solo su base volontaria. Dal 15 Giugno, inoltre, sarà possibile spostarsi all’interno dell’Europa, benché non sia ancora abbastanza chiaro quali Paesi riapriranno ufficialmente le frontiere. Tant’è che le trattative sono tuttora in corso fra l’Unione Europea ed i singoli Stati. L’Austria, ad esempio, potrebbe riaprire il transito dall’Italia, ma con rigide limitazioni per quelle regioni maggiormente colpite dal Coronavirus.