1 settimana

L’agitazione proclamata dai Sindacati di base

Lo sciopero ha provocato ritardi e molte cancellazioni, costringendo i passeggeri a lunghe code in Stazione per riprogrammare il viaggio o per ottenere il rimborso. Nell’intenzione dei Sindacati, l’agitazione avrebbe voluto denunciare le condizioni in cui gli addetti al servizio si trovano a svolgere le proprie mansioni, definendole «gravemente carenti».
Resta il fatto che per gli utenti è stato un vero incubo, da Nord a Sud. Pesanti i disagi e gli affollamenti in ogni dove e, ovviamentene, sugli snodi più importanti, cioè Milano (dove è stata cancellata gran parte dei treni a lunga destinazione, con inevitabili ritardi per gli altri) e Roma, dove sono risultati però regolari i collegamenti con l’Aeroporto di Fiumicino.
Assoutenti è intervenuta chiedendo alla Commissione di Garanzia sugli scioperi di intervenire per vietare qualsiasi sospensione del servizio nel Settore dei trasporti pubblici in tutto il periodo delle partenze estive, in particolare chiedendo al Garante di rivedere il periodo di franchigia estivo (attualmente dal 27 Luglio al 5 Settembre) sempre nel Settore del trasporto pubblico, dai treni agli aerei passando per metro e bus, nell’intero periodo che va dal 15 Luglio al 15 Settembre.