Draghi: «Da metà Maggio arriverà il green pass nazionale»

Dal prossimo16 Maggio entrerà in vigore il pass nazionale per favorire il turismo e muoversi all’interno del territorio nazionale. Al momento l’utilizzo sarà cartaceo e per ottenerlo occorrerà dimostrare l’avvenuta vaccinazione, il certificato di guarigione oppure un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti

Da Giugno arriverà anche quello emanato dall’Europa, ma intanto il Governo italiano si è già mosso, tant’è che il Presidente del Consiglio Mario Draghi, in occasione dei lavori del G20 sul Turismo, ha annunciato la novità: «Il Governo ha introdotto un green pass nazionale che permetterà alle persone di muoversi fra le regioni. Quindi non aspettiamo la seconda metà di Giugno per avere quello europeo, a breve i turisti potranno avere quello italiano».

L’apertura al turismo imporra, dunque, di modificare alcune regole attualmente in vigore. Attualmente, per coloro che arrivano dai Paesi europei e dalla Gran Bretagna è previsto un tampone in entrata con quarantena di 5 giorni e poi un nuovo tampone, mentre per gli arrivi dal resto del mondo, ad esclusione dei Paesi per i quali è vietato l’ingresso in Italia, oltre ai tamponi la durata della quarantena è di 14 giorni.

Il premier italiano ha, infine, aggiunto: «Il turismo riprenderà e sarà più forte di prima. Le persone saranno in grado di spostarsi da un Paese all’altro senza quarantena a patto che possano dimostrare di essere immuni. Il Settore turistico, infatti, avrà un ruolo essenziale nella ripresa economica italiana e globale, ma bisogna renderlo più sostenibile ed inclusivo, per proteggere anche l’ambiente e fare in modo che ci sia un’inclusione delle Comunità locali».