Draghi illustra in Conferenza Stampa il Decreto Sostegni

C’era molta attesa per la Conferenza Stampa di Mario Draghi durante la quale il Presidente del Consiglio ha illustrato il Decreto Sostegni, provvedimento con il quale sono stati impegnati i 32 miliardi di euro dell’ultimo scostamento di bilancio

L’evento è stato trasmesso in diretta TV e in streaming, tra l’altro, insieme al premier, erano presenti anche il Ministro dell’Economia Daniele Franco e quello del Lavoro Andrea Orlando. L’incontro con i giornalisti ha fatto registrare, tuttavia, un considerevole ritardo a causa dello scontro interno alla maggioranza sul Condono Fiscale. «Le novità rispetto al passato sono l’abbandono dei Codici Ateco e la velocità nei pagamenti», ha comunque dichiarato Draghi nel corso della Conferenza.

«E’ necessario aiutare imprese e lavoratori nel percorso di uscita dalla pandemia – ha, poi, specificato il premier -. Non è un anno in cui si chiedono soldi ma si danno. Non è questo il momento di guardare al debito, di pensare al patto di stabilità. Difficile che le regole del patto restino le stesse. Tutti i Paesi europei hanno aumentato il debito, dalla Francia alla Spagna».

Sostegno alle Imprese, al lavoro e lotta alla povertà sono questi, dunque, i temi portanti dell’intero Decreto, ed è proprio sui soggetti meno abbienti che è stato previsto un intervento significativo. Infatti, viene rifinanziato il Reddito di Cittadinanza e per un miliardo è stato rinnovato anche quello d’Emergenza considerato che le persone con i requisiti sono, purtroppo, in aumento. Altro pilastro del Decreto ha, infine, concluso il Ministro Franco, riguarda i quasi 5 miliardi su salute e sicurezza. La posta principale è per l’acquisto di vaccini e farmaci, 2,8 miliardi, poi ci sono i fondi che saranno utilizzati per la logistica.