È “Lunapiena” delle cantine Spadafora il miglior vino bianco calabrese 2019

Sono reduci dal Concorso Enologico Internazionale di Frascati le Cantine Spadafora, e portano a casa, per il secondo anno consecutivo, la medaglia d’oro assegnata al vino Lunapiena, come miglior bianco calabrese. Un riconoscimento motivo d’orgoglio per l’Azienda del cosentino, che si fa strada in un contesto ampleografico ancora non molto conosciuto per i vini bianchi.

Lunapiena rientra nella categoria bianchi secchi e tranquilli, Igp e Dop. Con il suo colore giallo paglierino intenso, che in evoluzione vira al dorato, si presenta come un vino fresco e delicato. Nonostante l’origine forte dei vitigni calabresi, al palato non è aggressivo, bensì molto aromatico. Al naso, profumi inebrianti di fiori e frutti a bacca bianca.

Il nome scelto dalle Cantine Spadafora per questa etichetta ha una storia dietro che racconta le tradizioni della vendemmia tipica di Donnici (Cosenza). In passato, infatti, il processo di vendemmia avveniva dalla notte all’alba del giorno dopo, preservando così gli intensi aromi che le altre temperature estive diurne avrebbero potuto intaccare.

Una vendemmia notturna ora in disuso, grazie all’impiego di nuove tecnologie che continuano a dar seguito alla filosofia delle Cantine Spadafora dal 1915: connubio tra innovazione e tradizione.

La medaglia d’oro assegnata dall’Associazione Città del Vino nell’ambito del Concorso Enologico Internazionale, vuole quindi premiare il lavoro e l’impegno dimostrati per la creazione di questo bianco pregiato.

LUNAPIENA

Classificazione: Terre di Cosenza D.O.P. sottozona Donnici;

Tipologia: bianco;

Bottiglie Prodotte: 15.000

Territorio: ampia zona collinare compresa tra i 300 ed i 400 mt. di altezza slm, delimitata dai fiumi Crati a nord e Savuto a sud;

Vitigni: tipici della zona, quali Greco, Mantonico e Malvasia;

Metodo di Coltivazione: tradizionalmente ad alberello;

Periodo di Vendemmia: le uve vengono raccolte solitamente da metà a fine settembre, al chiaro di luna, quando la calura del giorno lascia spazio al fresco della notte, in modo da esaltarne le caratteristiche;

Vinificazione: avviene anch’essa di notte, pressatura soffice delle uve e successiva vinificazione in bianco;

Fermentazione: in acciaio con temperature controllate;

Affinamento: prima in acciaio per tre mesi, poi ulteriori tre mesi in bottiglia, al fine armonizzarne il quadro organolettico;

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

Colore: bianco con riflessi verdognoli, tendenti al dorato in evoluzione;

Profumo: intenso, al naso le note floreali si fondono con sentori di frutta a bacca bianca, netto il profumo di melone;

Sapore: è un vino fresco, piacevole, di buona acidità, eccellente persistenza aromatica, bilanciata da un delicato retrogusto amarognolo;

Abbinamenti Gastronomici: ottimo aperitivo, il Lunapiena è un vino che ben si adatta alla cucina marinara, eccellente l’abbinamento con una frittura di paranza in riva al mare;

Temperatura di Servizio: consigliata 10-12 °C.

Gradazione Alcolica: 13,5% vol

Lunapiena riconoscimento.jpg