E’ pari fra Crotone e Cosenza nella gara d’esordio di Serie BKT stagione 2019-2020

Parte la Serie BKT stagione 2019-2020  e per il Cosenza è subito derby. Ad attenderlo c’è il Crotone galvanizzato dall’acquisto di Max Lopez che resta però in tribuna da semplice spettatore.

I LUPI, per ammissione dello stesso allenatore, si presentano all’Ezio Scida, ancora incompleti in alcuni reparti, anche se la squadra è tonica e riesce, in determinate occasioni, ad impensierire seriamente i pitagorici che grazie a Cordaz evitano il peggio. Tutto ciò nonostante l’indiscutibile forza del Crotone che domina il gioco (70% del possesso palla) e che, dopo soli 30 secondi, confeziona la prima opportunità per portarsi in vantaggio.

Il Cosenza risponde al 7’ con una saetta di Bruccini che termina fuori di poco, ma è ancora il Crotone a sfiorare il goal se non fosse per un provvidenziale intervento di capitan Corsi che al 33′ tiene il risultato sullo 0 a 0 dopo il tiro al volo di Mazzotta verso la porta di Perina che, un minuto dopo, spolvera il meglio della sua classe deviando sopra la traversa un tiro strozzato di Messias.

Al 38’ la più bella azione del Cosenza con una ripartenza fulminate e tiro conclusivo di Carretta deviato sul palo da Cordaz. E’ l’ultimo sussulto prima che l’arbitro dell’incontro, Marinelli di Tivoli, mandi le squadre negli spogliatoi.

Il primo tempo si chiude ed entrambe le tifoserie sembrano soddisfatte per quanto visto sul terreno di gioco, anche se il Crotone, al cospetto di un Cosenza sornione, è sembrato più intraprendente.

Nella ripresa cala il ritmo della gara. Dalle panchine c’è già movimento perché servono forze fresche. Al 59′ uno svarione clamoroso della retroguardia pitagorica mette il solito scatenato Carretta difronte a Cordaz che, ancora una volta, chiude lo specchio della porta impedendogli di concludere a rete.

Il Crotone continua a pressare per tutti i 90’ minuti (e oltre), ma il Cosenza si copre bene, anche quando è costretta dal 78’ a giocare in 10 uomini per le ingenuità di Sciaudone che si fa espellere per doppia ammonizione. Braglia, a quel punto, corre ai ripari sostituendo Carretta con Broh. Nel finale, saranno 5 i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. La partita, comunque, si chiude sul risultato di parità. In settimana, possibilmente prima del debutto casalingo contro la Salernitana, sono attesi rinforzi.

Queste le dichiarazioni di mister Braglia al termine della gara: «Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, ad un certo punto ci siamo rimessi a giocare come conosciamo di più dando più sicurezza alla squadra. Carretta era al 50% e ha fatto un miracolo giocando per un’ora e mezza, bisogna fare i complimenti ai ragazzi e bisogna continuare così.

In Serie B i nomi non pagano, conta l’atteggiamento generale della squadra. Abbiamo cambiato totalmente assetto rispetto alla coppa, ci sono giocatori che al di là dei pochi allenamenti si muovono già bene. Adesso miglioriamo condizione e rosa. Teniamo presente alcuni fattori come il caldo. Litteri ha lavorato poco anche durante il ritiro. Pierini è un calciatore forte ma deve dare di più e calarsi nella nostra mentalità.

Non dimentichiamo che l’avversario di oggi era proibitivo ed è più avanti di noi nella preparazione. Il nostro merito è stato quello di bloccare le loro qualità. Abbiamo corso dei rischi negli ultimi minuti quando siamo rimasti in inferiorità numerica, perchè Sciaudone è un giocatore importante per noi e perderlo è stato un brutto colpo. Il campo ha detto che abbiamo pareggiato perciò è un punto guadagnato.

Siamo stati molto bravi in mezzo al campo, abbiamo disputato una partita di sacrificio facendo il massimo. Tutti encomiabili i miei ragazzi. Sappiamo che dovremo soffrire ma non mi preoccupa, è nel nostro DNA».

IL TABELLINO DEL MATCH:

CROTONE: Cordaz; Golemic, Spolli (51′ Cuomo), Gigliotti; Molina (70′ Evan’s), Benali, Barberis, Zanellato, Mazzotta (63′ Mustacchio); Simy, Messias. A disp.: Figliuzzi, Festa, Bellodi, Crociata, Gomelt, Kargbo, Ruggiero, Panza, Nanni. All. Stroppa

COSENZA: Perina; Corsi, Idda, Monaco, Legittimo; Bruccini, Sciaudone; Pierini (74′ Moreo), Carretta (79′ Broh), Baez; Litteri (56′ Capela). A disp.: Saracco, Schiavi, Trovato, Bittante, Kanouté. All. Braglia

ARBITRO: Marinelli di Tivoli (Pagnotta-Raspollini)

IV UOMO: Miele

MARCATORI: -.

NOTE: Giornata calda e soleggiata, temperatura di 34°C. Terreno di gioco in buone condizioni. Presenti 10.547 spettatori di cui 2 mila provenienti da Cosenza posizionati sia nel Settore Ospiti che in Curva Nord

Ammoniti: Golemic (CR), Sciaudone (CO), Baez (CO)

Espulsi: Al 78′ Sciaudone (CO) per doppia ammonizione. Poco dopo allontanato dal terreno di gioco per proteste anche il DS dei silani Stefano Trinchera

Angoli: 6-4 (pt 3-2)

Recupero: 2′ pt; 5′ st