Enit porta l’Italia all’ITB Digital di Berlino per tracciare le nuove prospettive sul turismo

L’Italia con l’Agenzia Nazionale del Turismo ha fatto virtualmente tappa in Germania che rappresenta il primo Paese per presenze e spesa turistica

Con oltre 7,6 miliardi di euro di introiti nel 2019, un aumento del +7,4% rispetto al 2018 ed una quota parte del 17,2% sul totale internazionale, la Germania è infatti storicamente il principale paese di provenienza in Italia per flussi turistici. I clienti tedeschi fanno registrare quasi 59 milioni di notti nel complesso degli esercizi ricettivi italiani, che aumentano del +22,8% rispetto al 2010 (47,8 milioni di presenze) e rappresentano il 26,6% sul totale internazionale.

Le regioni preferite continuano ad essere Trentino Alto Adige con 19 milioni di presenze, Veneto con 16 milioni e Lombardia con 5,2 milioni. Insieme raggiungono una quota del 69,0% circa sul totale. Le strutture ricettive accolgono il 53,6% dei flussi turistici dalla Germania con 31,5 milioni di notti nel 2019.

Enit, dunque, porta sempre più al centro i paradigmi dell’accessibilità, della sostenibilità e dell’innovazione, con cui connota la propria azione e ha in programma decine di eventi e iniziative per mostrare le bellezze del Made in Italy in sinergia con le regioni italiane sulla piattaforma virtuale. L’Ente turistico non ha mai arrestato la propria attività, portando quindi avanti il piano del turismo e in più fornendo informazioni attendibili sugli sviluppi della pandemia, sulle misure di sicurezza delle numerose destinazioni italiane e dell’industria del turismo.

Fiducia, responsabilità ed affidabilità sono più che mai cruciali per ristabilire la fiducia dei consumatori, insieme al pass turistico di cui si sta discutendo in Europa. Grazie al suo ecosistema digitale, primo per engagement fra gli Uffici del turismo europeo, al alle attività rivolte ai potenziali turisti e agli operatori turistici di tutto il pianeta, Enit nel 2020 ha raggiunto oltre un miliardo di persone e proseguirà anche quest’anno per spingere le prenotazioni verso il nostro Paese, non appena sarà possibile.