3 mesi

Cala il prezzo del petrolio sceso drasticamente sotto i 100 dollari. Non succedeva da fine Aprile

In un clima di forte instabilità, il prezzo del petrolio ieri è crollato, perdendo circa 10 dollari al barile in una sola giornata. Secondo Robert Malley, l’inviato speciale degli Stati Uniti per l’Iran «il mercato petrolifero rimane comunque teso e data l’aspettativa che l’offerta di petrolio russo diminuirà durante l’anno, il mercato è destinato a restare tale».
Anche numerosi analisti del Settore prevedono che qualsiasi ulteriore ribasso del mercato sarà, tuttavia, abbastanza limitato. Ragion per cui, se nelle prossime ore si dovese registrare un calo dei prezzi del carburante presso i distributori, ciò non toglie che già dai prossimi giorni potremmo assistere ad una nuova impennata.
Il prezzo del greggio Brent dopo il forte crollo nella sessione di ieri, continuerà, in ogni caso, la sua corsa al ribasso. Nel lungo termine, oltremodo, qualsiasi ulteriore segnale di debolezza economica globale, potrebbe far crollare ulteriormente il petrolio al di sotto dei 90 dollari al barile e sarebbe la prima volta dal Febbraio di quest’anno.