4 settimane

Ha venduto più di 80 milioni di dischi in tutto il mondo

Le sue canzoni sono finite in film celeberrimi e la sua Gloria si è ascoltata pure durante l’assalto di Capitol Hill. Ha vinto un Golden Globe e ha ricevuto una nomination al Grammy. Ci sarebbe stata materia per pagine intere di cronaca e, invece, niente. Poche notizie e zero pettegolezzi. Tozzi, infatti, è un torinese schivo.
Uno che ama la musica e per niente lo star system, con tutto ciò che comporta. «Non sono mai stato un playboy» ammette il cantante, ricordando di aver sposato 5 volte la sua attuale moglie Monica Michielotto, con lui dal 1991.
La dura esperienza della malattia (un cancro alla vescica), lo ha un po’ cambiato, ma dopo 50 anni di carriera ha deciso di dire addio ai Palcoscenici con un Tour mondiale intitolato L’ultima notte rosa – The final Tour, che toccherà diversi Continenti.
«Avevo un grande amore per il calcio – dichiara l’artista – ero a mio agio, giocavo bene. Dovevo passare una settimana a Coverciano per fare dei provini. Poi è andata diversamente. Ho avuto una vita piena di successi e di incontri, girando tutto il mondo».