I Comuni di Rende e Montalto sollecitano l’Anas per l’apertura del cantiere autostradale

Gli Assessori Pino Munno e Bianca Verbeni hanno fatto il punto della situazione sulle opere congiunte da avviare nelle prossime settimane. L’incontro ha fatto seguito, naturalmente, ad un confronto avuto dal Sindaco di Rende Marcello Manna con quello di Montalto Pietro Caracciolo. Sul tavolo carte, progetti e opere pronte al via. Tra queste, spiccano, le opere accessorie allo svincolo autostradale di Settimo che nascerà proprio fra Rende e Montalto. Opere, ricordiamo, già finanziate dalla Regione Calabria per un ammontare complessivo di 6 milioni e mezzo di euro. Si tratta dunque di ripartire e aprire i cantieri.

Alla fine dell’incontro, l’Assessore Munno, ha specificato che «siamo pronti a ripartire. Con il Comune di Montalto si è sempre lavorato bene e in sintonia. Sono convinto che riusciremo ad aprire presto i cantieri». E a fine giornata arriva la notizia più importante. Si vuole far cambiare passo all’Anas proprio sull’apertura del cantiere dello svincolo autostradale di Settimo. Quindi, di comune accordo, i due Assessori faranno partire una lettera indirizzata all’Ente per «accelerare l’apertura di un cantiere che rappresenta una svolta importante, non solo per i due Comuni, ma per l’intera viabilità dell’Area urbana. Uno svincolo anche molto importante per le Aree industriali di Rende e Montalto».

Inoltre, le opere accessorie riguardano i lavori di “Realizzazione bretella viaria di collegamento Viale Parco tratto B- (Contrada Rocchi)- Università degli Studi della Calabria”, lavori di “Realizzazione bretella viaria di collegamento della nuova stazione ferroviaria in località Santa Maria di Settimo con l’Università degli Studi” e lavori di “Realizzazione bypass viario di collegamento dei Comuni di Rende e Montalto Uffugo utilizzando in parte la sede dismessa dell’autostrada Salerno- Reggio Calabria”.