Il Comune di Rende aderisce alla rete solidale “Cities for life”

Anche il Comune di Rende aderisce alla rete solidale Cities for life (Città per la vita), iniziativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio in occasione della Giornata internazionale contro la pena di morte. Infatti, il 30 Novembre di ogni anno ricorre l’evento in ricordo della prima abolizione della pena di morte nel 1786 da parte del Gran Ducato di Toscana, primo fra gli Stati europei a farlo.

Locandina Cities for Life.jpg«Aderiamo con convinzione alla rete – ha affermato il Sindaco Manna – poiché non dobbiamo dimenticare come ancora oggi esistano paesi in cui persiste questa forma punitiva disumana che mina i diritti previ e fondanti. Diritti ancora oggi disattesi da tutti quegli ordinamenti che perseverano nell’inflazione di pene perpetue».

Tant’è che in occasione di tale ricorrenza il Palazzo municipale sarà illimitato da luci blu per dire no alla pena di morte: «Un gesto simbolico – ha proseguito il primo cittadino –  che testimonia in maniera evocativa l’assoluta contrarietà della nostra città alla pena capitale. È nostro dovere di essere umani  non abdicare dai valori che costituiscono il fondamento giuridico della nostra democrazia garantista».

Nel corso della serata alle ore 20:00 al Cinema Santa Chiara sarà proiettato il film documentario Socialmente pericolosi di Fabio Venditti. Pellicola autobiografica che racconta la storia del rapporto fra il regista e l’ergastolano Mario Savio quale trasposizione del libro La mala vita: lettera di un boss della camorra al figlio. Ad introdurre il tema Lisa Sorrentino dell’Associazione Yaraiha Onlus.