Il Cosenza su Machach mentre cresce l’ansia per il debutto casalingo in Campionato

A poche ore dal sorteggio del calendario di Serie B, cresce l’ansia fra i tifosi del Cosenza in quanto si ripresenta il problema del terreno di gioco dello Stadio San Vito-Marulla, che tante polemiche sollevò nel corso del debutto casalingo dello scorso anno contro il Verona, partita poi persa a tavolino.

Forse, questa volta, memori dell’esperienza passata, la Società rossoblù sta cercando di evitare il ripresentarsi di situazioni incresciose che potrebbero compromettere la futura classifica della squadra per la stagione 2019-2020.

Intanto, si è deciso di invertire il campo per la sfida di Coppa Italia contro il Monopoli del prossimo 11 Agosto. Dopodiché, si sarebbe chiesto alla Lega di poter giocare la prima gara di Campionato lontano dalle mura casalinghe, allo scopo di permettere un miglior drenaggio del manto erboso.

Se, poi, anche l’inizio in trasferta non dovesse bastare, c’è il rischio di rimandare la prima in casa a Settembre inoltrato. Ma la fretta, d’altronde, si è sempre rivelata una cattiva consigliera. Per cui è meglio pazientare adesso, piuttosto che esporsi all’eventualità di giocare l’intera stagione su un campo malconcio e per giunta inadeguato, con tutte le conseguenze negative del caso.

Detto ciò, giungono, nel frattempo, alcune interessanti voci di mercato, ossia che i LUPI sarebbero in corsa, insieme al Perugia, per aggiudicarsi le prestazioni del centrocampista franco-marocchino Zinedine Machach di proprietà del Napoli.

A De Laurentis, infatti, sarebbero arrivate due proposte, ma alla luce degli ottimi rapporti che legano la dirigenza napoletana a quella calabrese, il Cosenza potrebbe avere qualche chance in più rispetto al Perugia nel chiudere a suo favore l’operazione.