La Covisoc boccia l’iscrizione del Chievo. Cosenza ad un passo dal ritorno in Serie B

E’ arrivata a tarda ora la notizia che vedrebbe la squadra veneta impossibilitata ad iscriversi al prossimo Campionatodi Serie B, anche se la Società ha già annunciato di presentare ricorso

«In merito alla comunicazione pervenuta in data odierna alle ore 23:05 dalla Co.Vi.So.C, il ChievoVerona annuncia il ricorso ritenendo di aver operato in linea con le normative vigenti e federali, per l’iscrizione al Campionato di Serie B 2021/22». Con questo lapidario commento la Società guidata da patron Campedelli si prepara ad una spigolosa battaglia legale per impedire che la propria squadra venga esclusa dal Campionato di Serie B edizione 2021-2022.

Ovvio che a questo punto sarebbe il Cosenza ad essere riammesso in cadetteria dopo la grande delusione maturata lo scorso 10 Maggio a Lignano Sabbiadoro nella sfida contro il Pordenone. Occorre anche sottolineare che il tanto contestato Guarascio è stato davvero uno dei pochi a credere in questa favorevole circostanza, anche se, qualora fosse confermato il ‘ripescaggio‘ dei Lupi, sarà costretto a costruire di sana pianta un organico ridotto al lumicino.

Nel giro di poco più di una settimana, dunque, Gravina dovrà rendere definito l’elenco delle squadre iscritte ai Campionati di A e di B. Per molti tifosi rossoblù, tuttavia, continueranno i dissapori e le contestazioni nei confronti di una proprietà che in questi anni ha lasciato molti dubbi e perplessità nel modo di gestire il patrimonio calcio della città. Probabilmente, neanche questa eventuale conclusione a lieto fine sarà in grado di far tornate un minimo di entusiasmo nei confronti di un Presidente decisamente inviso alla piazza.