Il Presidente Matterella ricorda l’8 Settembre, giorno dell’Armistizio

In occasione del 78° Anniversario della difesa di Roma, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato a Porta San Paolo e al Parco della Resistenza dove ha reso omaggio ai Caduti

La Giornata è stata celebrata con la deposizione di una Corona d’alloro da parte del Presidente Mattarella alle lapidi commemorative dei Caduti militari e civili della difesa di Roma a Porta San Paolo e l’omaggio al Monumento del Parco della Resistenza. Presenti alla cerimonia il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e numerose autorità civili e militari.

L’8 Settembre 1943, giorno dell’Armistizio, l’Italia divenne un Paese allo sbando. Con l’illusione della pace, gli italiani si avviarono ad un lungo periodo di stenti, bombardamenti, rappresaglie e guerra civile. Mussolini era stato deposto da poco, dalla seduta del Gran consiglio del Fascismo, il 25 Luglio di quell’anno. Quel giorno il re Vittorio Emanuele III aveva nominato capo del Governo il Maresciallo Pietro Badoglio, ex capo di Stato maggiore. Fu lui, infatti, ad autorizzare la resa.

Come se nulla fosse accaduto, i vertici politici del Paese abbandonarono le loro postazioni alle prime luci dell’alba del giorno seguente. Le prime notizie riferirono di un’avanzata delle truppe tedesche verso la capitale, il Re, la Regina, Badoglio ed altri pezzi grossi dello Stato maggiore fuggirono da Roma e si fermarono a Brindisi, che divenne per qualche mese la sede degli Enti istituzionali. Fu, comunque, l’inizio della guerra di Liberazione che si concluse a Milano il 25 Aprile 1945.