In occasione dell’#earthday 2019 il FAI silano apre le porte al bosco di pini larici più antico d’Europa

L’ #earthday, ossia la Giornata Mondiale Della Terra, la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia, diventa momento di ritrovo anche per il nostro territorio.

In occasione di questo evento universale, infatti, il FAI – Fondo Ambiente Italiano – apre le porte a tutti gli appassionati per raccontare come si prende cura del Bosco di Pini Larici più antico d’Europa.

L’#earthday si celebra ogni anno il 22 Aprile, esattamente ad un mese e due giorni di distanza dall’equinozio di primavera. Ma l’evento sarà anticipato a Domenica 21 Aprile alle ore 11:30 presso la località Croce di Magara di Spezzano della Sila, allo scopo di trascorrere il giorno di Pasqua in modo diverso, magari all’insegna della #sostenibilitàambientale.

L’iniziativa, realizzata con il Parco Nazionale della Sila, non a caso, dedicherà l’intera giornata al tema delle #risorsenaturali il cui sfruttamento, spesso intensivo, ha trainato per secoli l’economia locale, mentre oggi, grazie ad una nuova presa di coscienza nel loro utilizzo, queste stesse risorse sono in grado di restituire una migliore qualità della vita. EARTH-DAY-Giornata-Mondiale-della-Terra-ai-Giganti-della-Sila