In videoconferenza le Autorità portuali e l’Amministrazione comunale hanno discusso degli interventi migliorativi per il Porto di Corigliano-Rossano

Si è tenuta una nuova riunione, in videoconferenza, per discutere del Porto di Corigliano-Rossano e delle proposte progettuali per la realizzazione della banchina crocieristica. Procede, dunque, a ritmi serrati l’interlocuzione con l’Autorità portuale di Gioia Tauro

Un incontro svoltosi in piena collaborazione durante il quale sono state illustrate le proposte di modifica al Piano regolatore portuale, che saranno recapitate agli Uffici comunali. Queste proposte saranno fatte oggetto di una valutazione più accurata che dovrà tenere in debito conto diversi aspetti, su tutti, la presenza di uno spazio e di servizi adeguati per l’attracco della flotta peschereccia e per la diportistica.

L’incontro ha permesso di conoscere lo stato di avanzamento dell’iter per la realizzazione della rete delle colonnine per l’erogazione di acqua ed energia elettrica a servizio delle darsene che è finalmente in fase di progettazione. I tecnici dell’Autorità Portuale sono in contatto con quelli del Comune per la fornitura del punto di prelievo più idoneo per l’alimentazione della rete idrica portuale.

Inoltre, a seguito di un controllo subacqueo, è stato rilevato, in linea con quanto da tempo auspicato dall’Amministrazione comunale, che non è più necessario demolire il pontile galleggiante ma, lo stesso, sarà perfettamente utilizzabile con semplici interventi di messa in sicurezza. L’Amministrazione, tuttavia, ha tra l’altro sollecitato l’iter di incameramento delle strutture di alaggio e varo. Tale processo sta andando avanti e una volta giunto al termine consentirà la messa in funzione della struttura.

La riunione si è, infine, conclusa con appuntamento ad un successivo incontro per la definitiva determinazione delle varianti al Piano regolatore del Porto dopo aver consultato il parere dell’Amministrazione comunale, dell’Autorità marittima, dei rappresentanti del Settore della pesca e dell’Associazionismo, per meglio assicurare il relativo sviluppo dello scalo.

«Possiamo finalmente dire – ha sostenuto il Vicesindaco Claudio Malavoltache la questione Porto è stata messa sul binario giusto e che, come Amministrazione, continueremo a seguirla con attenzione fino a quando non saranno realizzate tutte le opere necessarie per poter generare il giusto modello di sviluppo sul territorio».