11 mesi

Completata la digitalizzazione della procedura. Interazione con l’utente grazie al sistema Cives. Notifiche e info-pratiche con IoApp

L’istanza per la concessione della cittadinanza italiana oggi, per i residenti in Italia, si presenta telematicamente sul portale dedicato del Ministero dell’Interno con Spid, il Sistema pubblico di identità digitale. Oltre a garantire un’autenticazione semplice e veloce alla piattaforma, l’accesso tramite l’identità digitale consente di evitare la successiva convocazione del richiedente negli Uffici allo scopo di verificarne le generalità, rendendo la procedura più snella e veloce.

Si tratta dell’aspetto più significativo del processo di digitalizzazione del procedimento di concessione della cittadinanza italiana avviato da tempo e ora completato grazie alle progressive innovazioni introdotte dalla Direzione Centrale per i Diritti civili, la Cittadinanza e le Minoranze del Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero, in linea sia con le aspettative degli utenti di velocizzazione delle pratiche sia con le esigenze di funzionalità ed efficienza delle Prefetture e degli Uffici centrali interessati.

In quest’ottica, anche la fase successiva alla presentazione dell’istanza è snellita ed è tutta digitale. Le comunicazioni con l’utente, infatti, avvengono sulla piattaforma informatica Cives, attraverso la quale l’interessato può ricevere atti e documenti. Scaricando gratuitamente sul proprio smartphone l’app IO l’utente può, inoltre, avere informazioni sull’andamento della sua pratica di cittadinanza e interagire con gli Uffici preposti.