La cultura e l’ambiente per il rilancio del Paese

Quasi 400 Musei, altrettante Biblioteche, più di 400 Beni archeologici, oltre 1250 Beni artistico-architettonici da visitare nelle Aree Protette per attrarre visitatori e turisti

Nella Giornata Internazionale dei Musei, celebrata Martedì 18 Maggio, è giunto l’invito del Ministero della Transizione Ecologica a visitare i Musei dei Parchi Italiani. «Il futuro dei Musei: rigenerarsi e reinventarsi» è stato il tema della Giornata di quest’anno, istituita all’insegna della ricerca di nuove forme di esperienza e diffusione culturale, per contrastare il profondo stallo sociale ed economico derivato dalla crisi pandemica.

E dal Ministero, la risposta alla crisi è in chiave ambientale e arriva con l’invito a visitare uno dei tanti Parchi Italiani e Aree Marine Protette, recandosi nei numerosi Musei che li arricchiscono. Un patrimonio ambientale-culturale unico nel suo genere, composto da 24 Parchi Nazionali e 32 Aree Marine Protette, i cui territori rappresentano degli autentici luoghi di cultura.

All’interno dei Parchi, infatti, e nelle zone immediatamente limitrofe, si può ammirare un patrimonio davvero ragguardevole e stupefacente anche per varietà, un viaggio lungo migliaia di anni fra Siti preistorici, Aree archeologiche d’epoca greca e romana, Eremi, Chiese, Fortificazioni, Palazzi nobiliari, Borghi medievali e percorsi storici. Un patrimonio davvero immenso sparso sull’intero territorio nazionale, custodito fra ettari di verde incontaminato.