L’arte di Pierluigi Prezioso ed il suo stile innovativo di stampo avanguardistico

Parliamo di un artista che già da autodidatta ha intrapreso un percorso con uno stile totalmente innovativo, in cui, nel corso del tempo, è riuscito ad imprimere alle sue opere il segno inconfondibile del suo alto senso creativo

Pierluigi Prezioso nasce a Cosenza nel 1967. L’utilizzo sempre più frequente di nuove metodologie e tecniche di tendenza avanguardistica, sono diventate, con il passare degli anni, il punto focale della sua creazione. Il legno, oltretutto, costituisce il materiale prediletto sul quale riesce a trasferire buona parte delle sue abilità realizzative.

I suoi lavori sono molto originali e legati, principalmente, a diversi approcci stilistici, in particolare la ‘simbologia‘ racchiusa nella forma lineare. Ha partecipato a diverse esposizioni in Calabria e in Italia, fra le quali spiccano la Mostra Sale del Bramante Egos e la XXIª Biennale d’Arte Internazionale di Roma. Di recente, alcune sue opere, sono state apprezzate al Museo del Presente di Rende in occasione della Collettiva d’Arte Geni Comuni.

La pittura e l’amore per l’arte, d’altronde, sono una vocazione ereditata da suo padre. Pierluigi, infatti, nella sua quotidianità, è una persona particolarmente sensibile, un artista a tutto tondo che riesce a filtrare la complessità del mondo nel tratto essenziale e raffinato delle sue mani, mai inclini all’imitazione e sempre pronte a cogliere e restituire, in senso radicale, le espressioni più originali dell’esistenza.