4 settimane

Al secondo turno delle elezioni presidenziali che si sono celebrate ieri in Francia, il Presidente uscente ha sconfitto nettamente al ballottaggio Marine Le Pen

Secondo i dati definitivi dello spoglio comunicati dal Ministero dell’Interno francese, Macron ha ottenuto 18,7 milioni di voti, il 58,55% di quelli espressi. I voti raccolti dalla sfidante Marine Le Pen sono stati, invece, 13,3 milioni, pari al 41,45%.
Per Olivier Roy, il politologo francese dell’Istituto Universitario Europeo, questa elezione passerà alla storia come il paradosso di Emmanuel Macron. il Presidente vince perdendo e conserva l’Eliseo. «Resiste non perché è popolare, ma perché l’opzione Marine Le Pen è stata considerata inaccettabile dalla maggioranza dei francesi».
La prima volta, lo ricordiamo, Macron è stato eletto il 14 Maggio 2017 con il suo partito La République En Marche, diventando a soli 39 anni il più giovane Capo di Stato francese, oggi ne ha 44. Numerose le congratulazioni giunte da tutto il mondo.
Per Mario Draghi «La sua vittoria è una splendida notizia per l’Europa». Anche Vladimir Putin dal Cremlino ha inviato un suo personale messaggio. «Stasera la Francia ha vinto – sono state a caldo le parole del leader francese -. Farò di tutto affinché nei prossimi anni non ci sia nessun motivo per votare per gli estremi».