4 settimane

Il Capo dello Stato e il tema della disinformazione che favorisce Putin

«Una tempesta di fake news ostili proviene dalla Russia» dice il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in visita in Moldavia su invito della Presidente Maia Sandu. Nel Paese che confina con l’Ucraina, in Ottobre si terranno nuove elezioni ed un referendum per inserire in Costituzione l’adesione all’Europa. L’europeista Presidente Sandu lancia l’allarme per l’intrusione russa in Moldavia attraverso il web.
«La diffusa tempesta di disinformazione, di fake news, di falsità, volte tutte a screditare e destabilizzare anche nel nostro Paese – continua il Presidente italiano – è una forma di ostilità inaccettabile per le democrazie europee». In questa prima Visita ufficiale italiana in Moldavia, Mattarella ribadisce l’appoggio all’ingresso nell’Unione del piccolo Paese incuneato tra Romania e Ucraina e invita i leader europei ad agire in fretta per velocizzare le procedure.
«I problemi nascono velocemente e ciascuno di questi richiede risposte immediate e tempestive – sostiene il Capo dello Stato -. Se non si è in grado di rispondere in modo tempestivo, in un mondo contrassegnato sempre più da grandi soggetti internazionali, i problemi saranno risolti secondo le scelte di altri. A pochi chilometri da qui, ricordo, che infuria una guerra di aggressione scatenata contro l’Ucraina dalla Federazione russa».