Nasce a Rende lo sportello per i familiari di persone affette da demenza senile

Partirà dall’8 Marzo il servizio di auto-mutuo aiuto La stanza che A.M.A. pensato dal Comune di Rende in collaborazione con l’Associazione Ra.Gi. per le famiglie con persone affette da malattie neurovegetative

«Il progetto – ha spiegato l’Assessore alle Politiche Sociali Annamaria Artese nel corso della Conferenza Stampa di presentazione – nasce dall’esigenza di fare rete fra gli Enti territoriali, Terzo Settore e cittadini in modo da costruire percorsi condivisi attraverso un approccio multisettoriale alle demenze. L’inclusione deve infatti passare da una reale integrazione culturale».

All’incontro è intervenuta anche la Presidente dell’Associazione Elena Sodano che ha sottolineato come: «supportare i familiari coinvolti nel processo di cura ed assistenza ai loro cari, significa dargli sostegno visti gli enormi stress fisici e psicologici che devono affrontare quotidianamente». Il servizio completamente gratuito servirà l’intera Area Urbana e sarà punto di partenza di una serie di iniziative che l’Amministrazione del Sindaco Manna ha pensato di realizzare.

Dopo gli interventi della responsabile dello sportello Rita Volpintesta e della OS Francesca Zicarelli, l’Assessore Artese ha concluso affermando che «chi soffre di malattie neurovegetative ha bisogno di libertà e non di recinti. Siamo sicuri che tali progetti servano non solo ai familiari direttamente coinvolti nella cura ed assistenza, ma anche alla cittadinanza affinché possa accrescere il proprio interesse e le proprie conoscenze relative alla malattia e alla sua notevole e crescente diffusione».