Nella Giornata Internazionale dei Musei dialogo interculturale al Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza

Ogni anno dal 1977 ICOM organizza a livello mondiale la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD), selezionando di volta in volta un tema specifico. I Musei che partecipano all’iniziativa programmano eventi innovativi e attività inerenti al tema prescelto e coinvolgono il proprio pubblico, evidenziando l’importanza del ruolo dei Musei come istituzioni al servizio della società e del suo sviluppo.

Organizzati ogni anno attorno al 18 Maggio, gli eventi e le attività programmate per celebrare questa ricorrenza possono durare un giorno, un weekend o un’intera settimana. L’obiettivo della Giornata Internazionale dei Musei è avere consapevolezza del fatto che, i Musei sono un importante mezzo di scambio culturale, arricchimento delle culture e sviluppo di comprensione reciproca, cooperazione e pace fra i popoli.

In Europa, dal 2011 si celebra la Notte Europea dei Musei, che si tiene ogni anno il sabato precedente la Giornata Internazionale dei Musei, ovvero durante la notte tra il 18 e il 19 Maggio 2019. Creato nel 2005 dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, l’evento invita i Musei ad aprire le loro porte al pubblico fino all’una di notte ed in modalità gratuita. Accogliendo il pubblico di notte, i Musei offrono ai visitatori una nuova prospettiva sulle loro collezioni, applicando un approccio più creativo e sensoriale.

In Italia, il tema della Giornata Internazionale dei Musei , è al centro della Festa dei Musei promossa dalla Direzione Generale del MiBAC, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, con una formula pensata per attrarre diverse tipologie di pubblici ed indurli a riflettere sul nostro patrimonio con prospettive diverse da quelle consuete.

Ovviamente, tutti i Musei di Cosenza proporranno eventi diurni e serali disponibili sulle pagine social e siti web delle rispettive istituzioni. Sarà possibile, inoltre, fruire delle numerose iniziative anche utilizzando la navetta dei Musei Amaco i cui orari sono disponibili sui social e sul sito www.amaco.it.

Per l’occasione, il Museo dei Brettii e degli Enotri con l’evento Il Museo, luogo di dialogo interculturale, si propone di stabilire un incontro fra culture diverse, dove si abbattano le differenze e le diversità diventano arricchimento e stimolo per la costruzione di un mondo pacifico.

E’ possibile, infatti, creare una relazione forte non solo con la Comunità locale tout court, ma aprendosi alle Comunità di immigrati che abitano la nostra città, che diventano protagoniste, trovando nel Museo un luogo di incontro nel rispetto delle tradizioni di ciascuno.

Tutto questo attraverso due aspetti che sono caratterizzanti di ogni popolo e che attivano processi di valorizzazione delle identità: la musica e il cibo, in cui si mescolano le collocazioni geografiche e le tappe della storia dell’uomo, gli aspetti legati alle tradizioni e ai riferimenti culturali delle rispettive Comunità, alle storie e alle esperienze personali di ciascuno, ma anche e soprattutto alla ritualità condivisa e alle narrazioni collettive. Arte, cibo e musica, dunque, diventano gli strumenti di un dialogo fra tradizioni e culture per un messaggio di speranza e di pace per il futuro. Locandina Museo dei Brettii e degli Enotri.jpg