Nella sosta di Campionato buona prova del Cosenza a Lecce

Test amichevole importante per i Lupi che approfittano della sosta di Campionato per affrontare un avversario di categoria superiore come il Lecce. La gara disputata sul terreno di gioco dello Stadio Via del Mare è finita 2 a 1 per i salentini.

I rossoblù avevano pareggiato i conti con Trovato al 52’, dopo il vantaggio di Babacar (L) al 45’ e sfiorato più volte il raddoppio. Buona prova, comunque, da parte della formazione di Braglia che per ampi tratti ha tenuto testa ai giallorossi che nel finale hanno realizzato al 91’ il goal della vittoria con Mancosu.

«Abbiamo dato a tutti la possibilità di giocare. Sono contento, ma non mi piacciono i gol subiti oggi, così come quelli presi nella gara contro la Salernitana. Non sono abituato a perdere, mi girano le scatole – sono state le parole di mister Braglia–. E’ stata un’amichevole, ma fare un risultato positivo avrebbe dato un sorriso alla nostra gente».

Nel dopo gara hanno risposto alle domane dei cronisti anche due dei tre “esordienti”, Greco e Lazaar.  Di seguito un estratto delle loro dichiarazioni.

Per Leandro Greco: «C’è tanto da lavorare. Non fa mai piacere perdere, soprattutto prendendo gol negli ultimi minuti. Siamo abbastanza soddisfatti, abbiamo avuto l’atteggiamento giusto, propositivo. Credo che sia giusto tenerci le cose buone che abbiamo fatto oggi, domani ci alleniamo e poi prepariamo la partita di domenica».

Soddisfatto Achraf Lazaar che dice: «E’ la prima partita con questo gruppo, dobbiamo conoscerci meglio e compattarci, ma  ho avuto già buone impressioni. Intanto sono contento di essere tornato in Italia e di vestire questa maglia. Per allenatori e giocatori ogni gara è importante che sia campionato o un’amichevole. Il Cosenza vuole fare bene».