Niente lockdown rafforzato, la Merkel ci ripensa e chiede scusa

Il lockdown rafforzato previsto in Germania per le prossime vacanze di Pasqua è stato revocato alla Cancelliera tedesca. Forti erano state le critiche dell’opinione pubblica negli ultimi giorni

Niente più chiusure sino al 18 Aprile, «È stato un errore, e gli errori vanno corretti in tempo, questo è ancora possibile. Me ne assumo la responsabilità», ha dichiarato la stessa Merkel alla stampa nazionale. «So che questo procura altra insicurezza e chiedo perdono a tutti i cittadini e a tutte le cittadine – ha, infine, aggiunto la Cancelliera -. Sono profondamente convinta che batteremo il virus».

Si è trattato, comunque, di un suo ‘errore’ commesso per una buona ragione e cioè quella di frenare la terza ondata e far tornare indietro la curva dei contagi. Le polemiche suscitate erano sorte all’esito dell’ultimo vertice con i Laender, che aveva disposto rigide misure restrittive, compresa la chiusura dei supermercati per 5 giorni, ma era stata prevista un’eccezione per i generi alimentari il Sabato Santo.

Preoccupa ed allarma, tuttavia, la situazione in tutto il Paese a causa della diffusione delle varianti che hanno spinto la Germania verso una nuova pandemia. «Il nuovo virus è molto più letale e contagioso rispetto a prima e persiste per molto più tempo» aveva, infatti, anticipato, la Merkel prima di adottare misure così drastiche ed impopolari.