Ore convulse in casa rossoblù. Si rincorrono voci di un cambio in panchina

Intanto la Lega B, a seguito di una Delibera assembleare, ha fissato le nuove date per le ultime 4 gare di Campionato

L’ennesima sconfitta rimediata dal Cosenza ha generato, sin dal pomeriggio di ieri, un tremendo vespaio di polemiche che, oltre ai vertici societari, ha coinvolto il mister cetrarese Roberto Occhiuzzi. I tifosi, infatti, chiedono la sua testa dinanzi a quello che giudicano un vero e proprio disastro, sia di rendimento che di risultati, anche se il maggiore indiziato del tracollo della squadra bruzia resta il Presidente Eugenio Guarascio.

Sono anche circolati dei nomi che dovrebbero sostituire l’allenatore della miracolosa salvezza, ma la scelta non è per niente facile soprattutto in un momento in cui sono rimaste solo poche gare da disputare, benché la matematica non condanni definitivamente i calabresi. Nel frattempo, la Lega B si è affrettata, dopo lo scompiglio provocato dal focolaio del Pescara, a ridefinire il Calendario per questa coda conclusiva della Stagione.

Il Campionato, pertanto, si ferma per riprendere nuovamente il 1 Maggio e, poi, terminare nell’ultima giornata di Lunedì 10, anziché Venerdì 7. Un cambiamento, quindi, che andrà ad incidere anche su quanto programmato in merito a playoff e playout. Ovvio, che per la squadra rossoblù l’obiettivo prioritario consiste ormai nella possibilità di raggiungere la finale playout, ma ciò sarà possibile, come da regolamento, se entrambe le squadra finaliste non siano distanziate in Classifica non più di quattro punti dalla squadra che le precede.