Per l’allarme Covid Confindustria Cosenza offre la propria disponibilità ad affiancare il sistema pubblico

«Non c’è più tempo da perdere, i segnali sono inequivocabili ed allarmanti. Da qui al prossimo mese di Novembre il Covid-19 potrebbe toccare punte di contagio difficili da controllare al punto da poter mandare in tilt il sistema dell’ospedalità calabrese. Abbiamo pochi giorni e pochissimo tempo a disposizione per attrezzarci nell’attività di prevenzione e provare ad evitare il peggio, nella consapevolezza che non possiamo consentirci una recrudescenza della pandemia». Così, in una nota, il Presidente della sezione Sanità di Confindustria Cosenza Giancarlo Greco offre, al Commissario dell’ASP di Cosenza, la massima disponibilità a collaborare.

«In momenti di assoluta emergenza come quelli che stiamo vivendo, serve lavorare con spirito di squadra ed in sinergia. Nessuno può ragionevolmente credere di poter fare da solo. Per provare a proteggere i cittadini della provincia di Cosenza da quello che è un rilevante rischio pandemico – ha concluso Greco – ci rendiamo disponibili ad un incontro urgente con i vertici dell’Azienda Sanitaria».

Secondo Confindustria Cosenza, si tratta di mettere a punto una campagna di screening da effettuare a tappeto e che appare, allo stato dei fatti, la più efficace forma di scudo sanitario a favore dei cittadini. L’obiettivo è quello di realizzare un’azione condivisa e coordinata fra tutte le competenze del territorio, in modo da proteggere la popolazione dai rischi del contagio.