10 mesi

L’evento, che si terrà virtualmente, è previsto per oggi Mercoledì 14 Luglio alle ore 16:00 e sarà introdotto dal Direttore Generale per gli Italiani all’Estero Luigi Maria Vignali

La Guida, infatti, nasce dalla collaborazione fra la Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e l’Associazione Raiz avviata nella prima riunione del 2018. Il secondo volume, dunque, prosegue il viaggio alla ricerca delle radici nelle regioni italiane e questa volta toccherà ad Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna e Puglia, mentre la Calabria ha fatto parte del primo volume.

La platea di lettori è costituita dai circa 60-80 milioni di italiani e di italo-discendenti che vivono nel mondo. Tale pubblico rappresenta per il nostro Paese un patrimonio eccezionale da preservare, a cui viene offerta la possibilità di scoprire i luoghi delle radici e della memoria familiare. La pandemia, oltretutto, ha accresciuto la nostalgia verso i luoghi da cui partirono decenni fa gli avi degli oriundi italiani ed ha rafforzato il senso di appartenenza all’Italia.

Tra le pagine appunto, viene raccontata la storia dei migranti, che gode del privilegio di avere nel mondo grandi Comunità che amano e  promuovono la terra d’origine in quanto si sentono parte di essa. Il ‘turismo delle radici‘, dopotutto, è un segmento turistico dalle grandi potenzialità, che può rilanciare i piccoli borghi, un tempo luoghi di appartenenza e di abbandono, che adesso diventano mete di accoglienza e riscoperta, attraverso percorsi emozionali ricchi di ricordi, ma anche di gusti, di paesaggi, di attività rurali ed artigianali.