4 settimane

Barese, 51 anni, già Direttore Generale ai Beni Culturali

Intelligente, arguto e super trasversale. Chi lo conosce bene lo descrive così e a conoscerlo sono in tanti nel mondo della cultura, del cinema e della TV. Salvatore Nastasi, per tutti Salvo, dal curriculum ricco e variegato. Perché in oltre 20 anni di carriera, l’avvocato ha ricoperto incarichi Istituzionali a prescindere dal Governo del momento. L’ultimo che lo ha voluto con sé è stato Dario Franceschini.
Poi nel 2022, alla fine del Governo Draghi, è stato nominato Presidente della Siae. Oggi è anche Consigliere delegato della Treccani. Pugliese di Bari, molto legato alla sua terra, attualmente ha 51 anni e basti pensare che, quando ne aveva 29, era già Vicecapo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dei Beni Culturali.
Non solo, Nastasi ha anche ricoperto le funzioni di Direttore per lo Spettacolo dal Vivo ed è stato Commissario Straordinario di Governo del Teatro del Maggio musicale Fiorentino, del Teatro San Carlo di Napoli e dell’Arena di Verona. Adesso un nuovo incarico, deciso dal Sindaco di Roma Roberto Gualtieri.