Secondo il Ministro Franceschini le dimore storiche sono parte dell’identità italiana

«È doveroso superare ogni distinzione fra patrimonio culturale pubblico e privato, insieme costituiscono la nostra identità e contribuiscono all’attrattività del Paese». Lo ha dichiarato il Ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo Dario Franceschini, in un videomessaggio di saluto alla presentazione dell’Osservatorio Patrimoniale Culturale Privato da parte dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, avvenuta alla Sala Spadolini del Collegio Romano.

«Lo Stato impone molti obblighi ai proprietari di dimore storiche e vincoli alla loro tutela. Per questo motivo – ha, inoltre, aggiunto il Ministro – ho lavorato in questi anni per ripristinare i finanziamenti destinati a contribuire agli interventi sulle dimore storiche e per recuperare una parte dei debiti pregressi».

«Recentemente – ha, infine concluso Franceschini – mi sono anche impegnato per estendere l’ecobonus alle dimore storiche, perché la valorizzazione di questo grande patrimonio è un pezzo importante dell’attrattività italiana. Gli stranieri che vengono nel nostro Paese vogliono vivere un’autentica esperienza di vita, immergersi nelle nostre abitudini e consuetudini. Per questo è importante conservare al meglio le dimore storiche e custodirne la vitalità».