10 mesi

Il Sottosegretario alla Cultura condanna quanto accaduto durante il concerto 

Condanna da parte di Vittorio Sgarbi che giudica ineccepibile la posizione di Alfonsina Russo Direttrice del Parco Archeologico del Colosseo:  «Le prescrizioni sono correte e non escludono l’opportunità di concerti al Circo Massimo, ma indicano i comportamenti da tenere che valgono per chi appartiene alla società civile» ha dichiarato il Sottosegretario.
Diversi, infatti, i feriti e i disordini che hanno provocato la reazione sdegnata della Sovrintendente. «Durante il concerto – ha, poi, aggiunto Sgarbi sono mancati la buona educazione ed il rispetto delle norme da parte del pubblico, ma anche la consapevolezza del luogo da parte di Travis Scott e della sua organizzazione».
Il Circo Massimo, oltretutto, è un luogo così ricco di storia che richiede, sicuramente, rispetto e compatibilità anche per la più pregevole interpretazione musicale. Alfonsina Russo, dal canto suo, «ha indicato e ribadito questi principi elementari che non possono essere materia di discussione. Esaltazioni indemoniate, spray al peperoncino e decibel esagerati – ha, infine, concluso il Critico d’Arte non sono altro che aberrazioni che vanno oltre ogni norma e richiedono sanzioni individuali».