3 giorni

Un viaggio a 360° gradi con oltre 40 iniziative per 7 giorni, diffuse in tutti i 5 quartieri del capoluogo toscano

La gentilezza nell’arte e nella cultura, nel rapporto con l’ambiente, nell’educazione delle giovani generazioni, nella salute, nel mondo delle Imprese. Prenderà così il via il 17 Maggio, fino a Lunedì 23, la 2ª edizione del Festival dell’Italia Gentile, dopo il debutto dello scorso anno che ha visto la città entrare a far parte della rete dei Comuni gentili promossa dal Movimento Italia Gentile.
Cuore della kermesse saranno Palazzo Vecchio ed il Chiostro di Santa Maria Novella con tavole rotonde sulla gentilezza nel fine settimana, dedicate ad ambiente, sostenibilità, economia, leadership, cura delle persone, cittadinanza attiva, politica, musica e spettacolo. Incontri con ospiti illustri ed eventi off animeranno, dunque, i quartieri di Firenze.
Presenzieranno all’evento numerose personalità, del calibro di Daniel Lumera, ideatore del metodo My Life Design® e fondatore del Movimento Italia Gentile; Immaculata De Vivo, docente di Medicina alla Harvard Medical School e fra le massime esperte al mondo nel Settore dell’epidemiologia molecolare; Sebastiano Somma e Cristiana Capotondi, affermati attori di cinema e televisione: Donatella Bianchi, giornalista e Presidente del WWF Italia; Enzo Bianchi, noto monaco saggista.
Si comincia, appunto, Martedì 17 con Arte, pace, bellezza e gentilezza al Museo Novecento., mentre il momento inaugurale del Festival si svolgerà al Teatro Cinema La Compagnia dalle ore 20:30 con la premiazione del video-contest La gentilezza in 60”: un gesto semplice per cambiare il mondo, rivolto ai giovani degli Istituti Superiori, da un’idea di Matteo Cichero e Silvia Groppa, con il contributo di Lorenzo Baglioni.