Si terrà a Rende l’elezione del nuovo Presidente Anci Calabria. Manna intanto scrive ai Sindaci

In occasione dell’Assemblea congressuale regionale Anci che sarà ospitata a Rende il prossimo 14 Luglio, il Sindaco Marcello Manna ha inviato una lettera indirizzata alle colleghe e ai colleghi soci dell’Associazione

In merito al congresso nel quale si eleggerà il Presidente Anci Calabria e si adeguerà lo statuto regionale a quello nazionale, il primo cittadino di Rende scrive: «con Gianluca Callipo avevamo presentato, di concerto con tutto il Consiglio, un progetto di modifica della legge che disciplina la materia per rendere più democratico un Istituto che ha caratteristiche squisitamente inquisitorie. Quella iniziativa dovrà essere ripresa anche con il necessario supporto di Anci Nazionale».

Nella missiva, inoltre, il primo cittadino rendese affronta anche la questione legata alla crisi finanziaria dei Comuni. «Il 50% dei Comuni Italiani che hanno la procedura di riequilibrio o che sono in regime di dissesto è calabrese – afferma Manna -. Ciò rappresenta un grave limite delle municipalità e dev’essere posto alla base di un’ampia discussione».

Ma gli aspetti evidenziati nella lettera riguardano, tra l’altro, la proroga del blocco della riscossione coattiva dei tributi fino al 1 Settembre, così come l’azzeramento del debito dei Comuni in fase di dissesto e predissesto, la possibilità di un sistema idrico efficiente, di un piano rifiuti autosufficiente, di interventi sul Terzo Settore, oltre all’emergenza occupazionale.

«Ho inteso dare un mio piccolo e modesto contributo – ha, infine, concluso Mannacon la consapevolezza di aver proposto una serie di temi che siamo chiamati ad affrontare nel breve periodo. Sono onorato di far parte di una squadra di Sindaci che vive con grande determinazione e impegno democratico una stagione particolarmente difficile. Sono altresì lieto di potervi ospitare nella mia Città».