Spirlì resta in sella sino al prossimo autunno. Elezioni in Calabria ancora rinviate

Lo ha deciso il Governo con un Decreto che sposta le Elezioni Amministrative e quelle Regionali in una data da fissare fra il 15 Settembre e il 15 Ottobre

Un rinvio, in realtà, c’era già stato: dal 14 Febbraio all’11 Aprile. Si era stabilito in questo modo, ma era stata una questione tutta interna alla Calabria. Ora il virus preoccupa nuovamente e di fatto il Consiglio dei Ministri non ci ha pensato due volte a rinviare il voto. Il provvedimento approvato, infatti, sposta le elezioni Amministrative, Regionali e Suppletive per Camera e Senato, previste nell’imminente primavera, al periodo autunnale.

Sono 1.293 i Comuni interessati, fra cui Roma, Milano, Torino e Napoli, mentre per la regione Calabria si tratta, appunto, del secondo rinvio. «Una scelta politica dettata dal caos che regna all’interno di partiti e coalizioni», ha dichiarato intanto De Magistris che sarà candidato alla presidenza regionale con un raggruppamento civico.

Mentre per il candidato del Centro-sinistra Nicola Irto sussistono altrettante preoccupazioni, ma per ragioni diverse: «Prendo atto del rinvio delle elezioni regionali al prossimo autunno. Le decisioni del Governo, dettate dall’emergenza sanitaria, vanno rispettate. Ma questa non è una buona notizia per la Calabria che ha bisogno di votare al più presto per restituire ai cittadini una giunta regionale legittimata democraticamente».