3 settimane

Un aiuto concreto ed immediato per sostenere le attività culturali colpite dal caro energia

«40 milioni di euro per sostenere i costi energetici sostenuti dai Teatri, dalle Sale da concerto, dai Cinema, da Musei, dalle Biblioteche, dagli Archivi e dagli Istituti culturali – ha dichiarato il Ministro Franceschini -. Così come avvenuto nella pandemia, il Governo si mobilita per un aiuto concreto e immediato per sostenere le attività dei luoghi della cultura nel momento della crisi energetica».
La norma introdotta nel Decreto Aiuti-ter approvato dal Consiglio dei Ministri autorizza, infatti, la spesa di 40 milioni di euro per l’anno 2022 al fine di mitigare gli effetti dell’aumento dei costi di fornitura di energia elettrica e di gas subito dai luoghi dove si promuove e diffonde cultura.
Seguirà un nuovo Decreto del Ministro della Cultura, da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del provvedimento, ove verranno definite le modalità di ripartizione e assegnazione delle risorse. Il contributo introdotto da questa norma non sarà, comunque, cumulabile con gli altri crediti d’imposta.