2 mesi

Dal 4 al 9 Giugno l’evento che celebra il legame fra Patrimonio e creatività

L’omaggio delle artiste e artisti ‘nati’ a Bologna verso una città unica e alle sue antiche tradizioni. Oltre 60 eventi per un racconto in musica, parole, danza e di quello che la rende speciale. «È emozionante vedere come tutta la città partecipi alla gioia di celebrare i Portici Patrimonio Unesco». Sono le parole pronunciate dalla Vicedirettrice Unesco il 18 Maggio scorso, nello svelare la targa che campeggia su Palazzo d’Accursio.
E sono anche l’essenza ed il motore che anima la seconda edizione di Bologna Portici Festival, la grande Festa urbana lanciata nel 2023 dal Comune di Bologna per celebrare il prestigioso riconoscimento a uno dei suoi elementi più caratteristici e unici al mondo, valorizzando il connubio fra Patrimonio e creatività ed il ruolo ‘ispiratore’ che anche il paesaggio cittadino ha sulla dimensione artistica e culturale.
I Portici cittadini sono, da sempre, un luogo di scambio e di relazione e c’è chi pensa che in qualche modo abbiano contribuito a plasmare nei secoli il carattere dei bolognesi e anche degli artisti che da qui sono partiti o che in città hanno trovato la propria dimensione. Il Festival, quest’anno, è un omaggio a questo sentire, a questo riconoscersi figli, naturali o acquisiti, di una città speciale, che sa tenere insieme tradizione e innovazione e sa aprirsi al mondo senza snaturarsi.