1 anno

Si tratta di un importante Decreto che destina 50 milioni di euro ad un Settore fortemente in crisi a causa della pandemia e che comprende artisti ed operatori della musica dal vivo

Al momento della firma è stato specificato che 15 milioni di euro vanno al ristoro di live club e gli altri addetti della musica dal vivo; 10 milioni agli organizzatori di concerti, per compensare le perdite dovute alle date annullate o alla mancata programmazione di date, e 25 milioni agli autori, artisti interpreti ed esecutori per i mancati incassi.

«Altri 50 milioni di euro, quindi, per il sostegno della musica – ha dichiarato Dario Franceschini, Ministro della Cultura – che si aggiungono alle ingenti risorse fin qui stanziate, pari a oltre 1 miliardo di euro, per sostenere gli spettacoli dal vivo, particolarmente colpito a causa della pandemia».

«Questo settore – ha, inoltre, aggiunto il Ministro – che sta vivendo una crisi drammatica, va aiutato fino al completo ritorno alla normalità. È un’espressione alta e particolarmente popolare della creatività italiana, che merita ogni supporto».