Finalmente è finita! Il Cosenza è salvo. Ma quanti, soltanto qualche settimana fa, avrebbero creduto nella difficilissima impresa compiuta da un gruppo fortemente unito ed ora ritrovato. La squadra rossoblù, infatti, è riuscita a confermare la categoria anche per la Stagione 2020/2021. Merito sicuramente di mister Occhiuzzi e dei suoi straordinari ragazzi che nella fase post lockdown del Campionato, hanno sprigionato quella forza necessaria per risalire la china culminata, infine, nell’urlo liberatorio condiviso da tutta la città e non solo. Un’immensa gioia che di fatto ha accompagnato il finale di gara contro la Juve Stabia, battuta fra le mura amiche per 3 a 1. E’ stata, comunque, una partita combattuta, con i campani scesi al San Vito-Marulla nel tentativo di vendere cara la pelle prima di essere mestamente risucchiati in zona retrocessione insieme a Livorno e Trapani. Diverse le occasioni create da entrambe le squadre, tant’è che i goal potevano essere molti di più, ma quello, forse più importante, lo ha segnato pur sempre un cosentino doc al Bentegodi di Verona per il definitivo vantaggio del Chievo contro il Pescara. La rete con la quale il mitico ex Luca Garritano ha decretato, per fortuna, la meritata salvezza dei Lupi senza l’obbligo di dover disputare i playout che saranno, invece, una questione fra abruzzesi ed umbri, visto che vedrà appunto coinvolto anche il Perugia sconfitto a Venezia.

Il primo tempo, in ogni caso, si è concluso sul 2 a 1 con le reti di Sciaudone al 17′ ed il raddoppio di Rivière al 22′ su calcio di rigore assegnato dall’arbitro Aureliano per atterramento in area di Carretta. Al 32′ Tonucci la riapriva per la Juve Stabia apparsa, tuttavia, fragile ed imprecisa nel reparto di difesa. Nella ripresa la doppietta del rapace della Martinica, il solito Revière, chiedeva definitivamente i conti al 74′ quando, sotto porta, insaccava alle spalle di Provedel. Dopodiché, l’attesa era solo per il risultato di Verona, per cui la festa poteva cominciare. I tifosi, che già prima del fischio d’inizio si erano stretti intorno alla squadra per infondere calore e passione, non appena il verdetto della salvezza diretta si concretizzava, invadevano le strade cittadine con roboanti clacson e sventolanti bandiere. Occhiuzzi, intanto, in Conferenza stampa, alla domanda del nostro Direttore Francesco De Filippo, circa la sua permanenza a Cosenza anche per il prossimo anno, glissava dichiarando: «godiamoci il momento, il futuro si vedrà». Ma per il nuovo Campionato che partirà ufficialmente il 26 Settembre, possiamo dire, a torto o ragione, che nonostante manchi ancora tutta l’estate, il futuro sembra essere arrivato.